ESPELLI IL DISCO RIGIDO EP. 08

  • RENDEZ:
    Condividi gli slot di tempo per gli appuntamenti.

Immagina di avere una conversazione via mail con un cliente. Dopo una serie infinita di menate e domande di ogni sorta ti viene richiesto un appuntamento.
”Cos’altro avrà da chiedermi se ha gia chiesto pure quante volte vado in bagno ?” Ti chiederai.
Ma non è questo il punto. Ovviamente risponderai “certo è un piacere”.
A quel punto la conversazione mail per mail proseguirà più o meno così…

mail 1 / Tu: Ti va bene Venerdi alle 16 ?
mail 2 / Cliente: No, Venerdi a quell’ora sono ancora al lavoro.
mail 3 / Tu: Ok, Possiamo vederci alle 19 allora.
mail 4 / Cliente: Proprio il Venerdì alle 19.30 ho lezione di yoga. Possiamo fare Sabato alle 11 ?
mail 5 / Tu: Mi dispiace ma Sabato ho un servizio di Smash Cake. Possiamo fare Lunedi alle 18 ?
mail 6 / Cliente: Grande fai gli smash cake? Dimenticami !

Insomma più o meno così, una serie più o meno lunga di email solo per pianificare un appuntamento. La lezione è: prendi il telefono.

Ma se sei come me, con un’allergia ad uno stadio avanzatissimo verso quel diabolico mezzo che è il telefono, ti consiglio RENDEZ.

Con RENDEZ segnali al tuo cliente quando sei disponibile per un appuntamento, gli mandi un link, lui sceglie ed il gioco è fatto.

WEBSITE: Rendez

FREE


  • BOOKS

from photographersbooks.com

Questo libro offre un raro aspetto dietro le quinte dei metodi di lavoro di circa 50 fotografi di tutto il mondo.

Scopri come Alec Soth costruisce i suoi progetti, perché Trent Parke fa affidamento su polaroid e libri fatti a mano e su quarantuno altri fotografi che sperimentano nuove e vecchie tecnologie, trasformano i loro diari fotografici in mostre e attraggono un pubblico di milioni fi followers attraverso i socials. 

Questo libro celebra i processi creativi dell'era fotografica moderna, in cui blog e social networks funzionano insieme a libri e il tradizionale notebook.

Ogni fotografo presenta il suo album da disegno: diverse pagine di immagini che trasmettono i metodi di lavoro e i flussi di pensiero.

Con oltre 500 immagini, gli Sketchbook dei fotografi offrono uno spaccato interessante dei modi in cui i fotografi professionisti realizzano una visione personale.

I notebook sono accompagnati da interviste coinvolgenti che rivelano come il semplice atto di premere un otturatore può catturare ed esprimere una visione personale pienamente realizzata. 

Tre saggi degli autori esplorano soggetti all'avanguardia della pratica contemporanea. Progettato per soddisfare i più esigenti tra i malati di immagini, questa è una risorsa indispensabile per chiunque abbia un interesse per la fotografia o il processo creativo.


  • Screely

Infighetta gli screenshot del tuo schermo.

Una piccola chicchetta, nulla che può farti sobbalzare dalla sedia ma comunque worth spreading.
Non se ti capita di fare degli screenshot del tuo schermo. Se non li fai passa avanti. Se invece ti capita e vuoi renderli un pò più professionali, dai una chance a Screely.

Uploda lo screenshot e decidi come imbellettarlo. Stile browser, clean o come vuoi. Semplice, gradevole e soprattutto free.

screely-1543258881551-2.png

Website: Screely

Price: Free


  • The Many Lives of William Klein (2012)

    William Klein, uno dei fotografi più influenti del mondo, è considerato uno dei pionieri della fotografia di strada e ha creato alcune delle immagini di moda più iconiche del 20 ° secolo.

    Ha anche realizzato oltre venti film, tra cui il primo documentario su Muhammad Ali e una brillante satira del mondo della moda, Who Are You Polly Magoo?

    Con una grande mostra della Tate Modern che celebra attualmente il suo lavoro, immagina ... Il documentario svela la personalità poliedrica e carismatica di una vita creativa straordinaria.

    UN ALTRO DOCUMENTARIO FENOMENALE DELLA BBC.

    La crudezza delle immagini di Klein è ridotta con complessità. C'era sempre qualcosa in più nelle sue immagini che ciò che cattura l'attenzione per la prima volta, ed è quell'occhio che è più nitido e presente che mai.

Click the image below

 
 

  • INFOGRAPHICS: Cosa puoi imparare da Warren Buffett

Ti ritrovi immerso nei social media mentre il tempo scivola via? Controlli ripetutamente il tuo feed Instagram o Facebook? 

Non sei solo! Le piattaforme dei social media sono fantastiche per connettere le persone, divertirsi, incontrare nuove persone ed esplorare culture diverse. Il 78% delle persone utilizza i social media come un modo per rimanere in contatto con gli altri. Tuttavia, il lato negativo non dovrebbe essere trascurato.

Certo, stiamo parlando della dipendenza dai social media. Il 60% delle donne intervistate riguardo al proprio uso dei social media ha riferito di sentirsi dipendente. Il problema è che il nostro utilizzo di questi canali si trasforma spesso in un'abitudine fuori controllo. 

Come nel caso delle cose più divertenti, puoi facilmente trovarti a passare troppo tempo a scrollare.

La psicologia dietro i social media è così sorprendente che ti stupirà. 

Gli utenti di Internet passano in media circa 135 minuti al giorno sui social media, quindi non sei l'unico coinvolto.
Twitter o Facebook, stimolano il centro di ricompensa del nostro cervello. Questa sensazione euforica rende difficile dire di no. Utilizza questi suggerimenti per gestire il tuo tempo sui social network, ma non dimenticare cosa condividere e non condividere e, soprattutto,  come utilizzarli !

Social-Media-Psychology.png
Edoardo MorinaCommenta