THE IDEAL TEAM PLAYER

di Patrick Lencioni

ELEMENTI CHIAVE

  • Perché i nostri collaboratori migliori sono quelli che agiscono autonomamente e non quelli che fanno solo cio’ che gli viene detto.

  • Perché alcuni team con capacità media a volte superano le performance dei team pieni di talento.

  • Quali sono le virtu' da ricercare nei collaboratori.

Vi siete mai chiesti perchè le squadre di calcio composte da Top Players non sono quelle che vincono sempre il campionato ?

Un team pieno di talenti che non sanno lavorare insieme non otterrà alcuna performance.

shutterstock_251619304 [Convertito].png

I 5 motivi principali che generano team disfunzionali.

I membri potrebbero essere troppo concentrati al conseguimento del successo personale perdendo di vista l’obiettivo collettivo.

I membri di team disfunzionali potrebbero non avere responsabilità non richiamando i singoli per gli errori individuali

I membri lavorano molto bene singolarmente ma non sono in grado di impegnarsi in decisioni collettive.

I membri evitano conversazioni o chiarimenti per paura del conflitto.
 

Mancano di fiducia nel lavoro collettivo o dei singoli individui, nascondendo, talvolta, anche i propri punti deboli.

 
shutterstock_350709773 [Convertito].png

3 elementi fondamentali da tenere in considerazione durante la ricerca dei collaboratori.

FAME: Le persone che hanno “fame” sono sempre alla ricerca del miglioramento. Questo spinge al costante apprendimento e ricerca di responsabilità.  Queste persone sono già motivate e non occorrerà spingerle costantemente. Motivare le individualità che non hanno questa stessa grinta innata risulta invece difficile.
 

EMPATIA: Diventa cruciale scegliere delle persone dall’elevata capacità di interazione sociale.  Socialità e capacità di integrazione diventano cruciali quando si va incontro a dei conflitti o a delle problematiche da risolvere.

UMILTA’: Una persona senza un ego smisurato (difficile da credere che esista tra i fotografi) sarà pronta a sottolineare i meriti degli altri membri e rispettare le decisioni collettive. Bisogna prestare molta attenzione quando ci troviamo difronte un potenziale collaboratore con mancanza di umiltà in quanto questo potrebbe pensare molto di piu’ ai propri interessi .

shutterstock_718201318 [Convertito].png

DURANTE UN COLLOQUIO

Come poter individuare le caratteristiche che cerchi nel potenziale candidato.

 

Prova innanzitutto a prestare attenzione alla sua umiltà tramite i piccoli gesti. Oltretutto la maggior parte dei candidati mostreranno un portfolio ritenendosi i piu’ grandi fotografi sulla terra (quindi facile tagliare).

La persona che stai cercando conoscerà bene se stesso quindi non avrà sicuramente problemi a descriversi attraverso 4 aggettivi. 

Per scoprire la voglia di crescita (la fame), chiedi il suo percorso di studi e se ha mai praticato sport agonistico.

 

E’ meglio far presenziare altri collaboratori durante il colloquio.
In questo modo capirai in primis come il candidato risponde agli stimoli simultanei di piu’ persone. 

shutterstock_334072907 (1) [Convertito].png

UNA VOLTA INDIVIDUATE E SVILUPPATE LE 3 VIRTU’ PRINCIPALI OCCORRE TRASFORMARLE IN FILOSOFIA AZIENDALE.

Per iniziare potresti ricercare queste virtu’ tra i collaboratori già presenti nella tua squadra.

Una volta individuate, aiuta a sviluppare le capacità individuali, stimolandone la crescita.

 
Se queste virtu’ non fossero presenti tra i collaboratori, puoi sempre fare in modo che possano migliorare. Non tutti nascono con intelligenza sociale o fame di successo.

Oltretutto una volta che facciamo notare a qualcuno le proprie mancanze, questo avrà molto interesse a migliorare questo aspetto. Se un individuo non rispondesse agli stimoli sarebbe il caso di allontanarlo.

shutterstock_373238440.jpg

Inserisci le tre virtù nella cultura del tuo studio. 
Non tutte gli studi devono essere costruiti sul lavoro di squadra. 

Tuttavia, se scegli questa strada, è essenziale installare le tre virtù nei tuoi collaboratori.

Occorre essere audaci ed espliciti, esortare le persone a non violare le virtù  e lodare le azioni meritevoli.


 

Infine, ricorda di essere un modello da seguire, riconoscendo i tuoi errori davanti al team e dando i giusti meriti a chi merita di riceverli..


Edoardo Morina